Incentivi anno 2012

Incentivi alla rimozione dell’amianto “domestico” e al suo smaltimento – Proroga termini bando 2010

(approvato con determinazione dirigenziale n° 238 del 26/07/2010 e proroga termini con determinazione n. 836 del 12/12/2012)

L’Amministrazione comunale con determinazione dirigenziale n. 836 del 12.12.2012 ha prorogato i termini del bando di incentivazione alla rimozione dell’amianto “domestico” e al suo smaltimento, già approvato con delibera di Giunta comunale n. 136 del 22.07.2010 e successiva determinazione dirigenziale n. 238 del 26.07.2010

L’iniziativa ha la finalità di incentivare la rimozione e lo smaltimento dell’amianto (cemento-amianto: eternit) presente in ambito residenziale (“domestico”).

Il Comune di Belluno intende in tal modo conseguire il miglioramento della qualità ambientale urbana sotto il profilo della riduzione degli inquinanti atmosferici, anche a tutela della salute pubblica.

Le domande di assegnazione del contributo devono essere presentate entro il 30.09.2013.

Il contributo può essere richiesto per la rimozione, il trasporto e lo smaltimento, in ottemperanza alle vigenti disposizioni normative in materia, di elementi in cemento-amianto, quali a titolo esemplificativo lastre di copertura, pannelli di rivestimento o di coibentazione, ecc., provenienti da edifici a destinazione residenziale e/o da loro pertinenze, anche costituite da aree scoperte, ubicati nel Comune di Belluno.

Ai fini dell’erogazione del contributo le spese dovranno essere documentate e riferirsi ad interventi effettuati dal 01.09.2012 al 31.08.2013, pena l’esclusione dal contributo.

Possono presentare domanda:

1. le persone fisiche;

2. i condomini come definiti e rappresentati dal Codice Civile;

3. le cooperative come definite e rappresentate dal Codice Civile,

i quali siano proprietari, titolari di diritti reali di godimento o titolari di diritti personali di godimento (es. inquilini o affittuari) di edifici a destinazione residenziale e/o di loro pertinenze, anche costituite da aree scoperte, ubicati in Comune di Belluno, e che, fatto salvo l’eventuale ottenimento dei titoli abilitativi edilizi, provvedano mediante ditta abilitata alla rimozione, al trasporto ed allo smaltimento dell’amianto (cemento-amianto, comunemente conosciuto come eternit) presente sotto forma di lastre di copertura, pannelli di rivestimento o di coibentazione.

Sono escluse le società e/o ogni altra attività avente scopo di lucro, nonché i proprietari e i titolari di diritti reali o personali di godimento di immobili a destinazione non residenziale e/o di loro pertinenze, anche costituite da aree scoperte.

Non possono accedere al contributo:

1. i soggetti che abbiano richiesto e/o ottenuto contributi pubblici (da Comunità Montana, Provincia, Regione, Stato, Unione Europea) per analoga iniziativa;

2. le domande di contributo presentate in violazione degli articoli 2 (Destinatari), 3 (Spese finanziabili) e 5 (Presentazione delle domande di assegnazione del contributo) del bando.

Nota esplicitativa:

Si ritiene di considerare, ai fini del contributo comunale, anche quelle costruzioni che, ancorché non prettamente rientranti in senso stretto tra le pertinenze di abitazione (come esplicitato da disposizione del Servizio Edilizia in data 29 luglio 2005), siano collocate in prossimità delle stesse e siano di fatto di utilizzo in ambito domestico.

Incentivi alla riduzione del rifiuto vegetale “domestico” mediante sostegno finanziario per l’acquisto di bio-trituratori-cippatori azionati solo da motore elettrico – Proroga termini bando 2010

L’Amministrazione comunale con determinazione dirigenziale n. 837 del 12.12.2012 ha prorogato i termini del bando di incentivazione alla riduzione del rifiuto vegetale “domestico” mediante sostegno finanziario per l’acquisto di biotrituratori-cippatori azionati da solo motore elettrico, già approvato con delibera di Giunta comunale n. 126 del 13.07.2010 e successiva determinazione dirigenziale n. 228 del 15.07.2010.

L’iniziativa ha la finalità di ridurre nel territorio comunale la produzione del rifiuto vegetale “domestico” (costituito a titolo esemplificativo da ramaglie, potature, risulte di arbustivi ed erbacei), che altrimenti sarebbe avviato alla raccolta del Servizio di gestione dei Rifiuti Urbani o sottoposto alla pratica dell’abbruciamento, e di favorirne il successivo impiego agronomico domestico come ammendante per orto/giardino o come combustibile per usi domestici in utilizzatori ad alto rendimento.

Il Comune di Belluno intende in tal modo conseguire anche il miglioramento della qualità ambientale urbana sotto il profilo della riduzione degli inquinanti atmosferici.

Le domande di assegnazione del contributo devono essere presentate entro il 31.07.2013.

Il contributo può essere richiesto esclusivamente per l’acquisto di n. 1 (uno) biotrituratore-cippatore azionato da solo motore elettrico, conforme alle norme CE (marcato), per ogni soggetto richiedente (persona fisica, condominio, cooperativa) che dimostri di generare il rifiuto vegetale “domestico” ed il suo successivo impiego agronomico domestico come ammendante per orto/giardino o come combustibile per usi domestici in utilizzatori ad alto rendimento.

Ai fini dell’erogazione del contributo le spese dovranno essere documentate e riferirsi ad acquisti effettuati dal 01.07.2012 al 30.06.2013, pena l’esclusione dal contributo.

Possono presentare domanda:

1. le persone fisiche, residenti nel Comune di Belluno;

2. i condomini, aventi ubicazione nel Comune di Belluno, come definiti e rappresentati dal Codice Civile;

3. le cooperative, aventi ubicazione nel Comune di Belluno, come definite e rappresentate dal Codice Civile,

i quali siano proprietari, titolari di diritti reali di godimento o titolari di diritti personali di godimento (es. inquilini o affittuari) delle pertinenze scoperte di fabbricati e/o di aree scoperte in genere, di qualunque classazione catastale, ubicate nel territorio comunale, dalle quali possa generarsi rifiuto vegetale “domestico”.

Sono escluse le società e/o ogni altra attività avente scopo di lucro.

Non possono accedere al contributo:

1. i soggetti che abbiano richiesto e/o ottenuto contributi pubblici (da Comunità Montana, Provincia, Regione, Stato, Unione Europea) per analoga iniziativa;

2. le domande di contributo presentate in violazione degli articoli 2 (Destinatari), 3 (Spese finanziabili) e 5 (Presentazione delle domande di assegnazione del contributo) del bando.

Codice Descrizione File Data aggiornamento Dimensione
Bando richiesta contributo acquisto biotrituratore proroga termini 2012_2013 48 KB
Bando rimozione amianto proroga termini 2012_2013 47 KB
Modello richiesta contributo acquisto biotrituratore proroga 2012_2013 66 KB
Modello richiesta contributo rimozione amianto Proroga 2012 2013 68 KB

Template doesn't exists. Use default